top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreProLocoManzano

LA ROGGIA

I primi cenni storici relativi alla “Roggia di Manzano” risalgono perfino al 1000; in tale epoca venne infatti costruito un canale con lo scopo di irrigare la campagna circostante e dare forza motrice ai mulini costruiti lungo le sponde del Fiume Natisone.

Il canale, dopo la chiusura dei mulini, è stato utilizzato come fonte di energia motrice per l'approvvigionamento di acqua corrente ed elettricità. Con l'avvento delle sofisticate macchine per la lavorazione del legno, il canale ha pian piano perduto la sua importanza.

Lungo il percorso, nei secoli, sorsero dei mulini che servivano per macinare il grano.

Nove erano i mulini che, costellando le frazioni di Manzano, erano conosciuti con i nomi di “Fornasarig”, “Noacco”, “Maurussig”, “Biancuzzi”, “Tulissi”, “Vosca”, “Fanna”, “Stel” e “Birri”. L'avvento dei mulini industriali ne determinò, all'inizio del secolo scorso, il declino.






2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

L'OLIO

Comments


bottom of page